- Venerdí
Agosto 23, 2019

Centro di ricerca sui diritti umani

Bahrein: oppressione dei palestinesi non è importante, il problema è l' Iran

2019/02/18, 02:38


Bahrein: oppressione dei palestinesi non è importante, il problema è l' Iran   

I rappresentanti dell’Arabia saudita, del Bahrain e degli Emirati Arabi Uniti, durante la conferenza di Varsavia, hanno definito l’Iran la più grande minaccia nella regione e hanno difeso Israele.

Benyamin Netanyahu ha diffuso un video, rimosso dopo mezz’ora da Youtube, in cui alti rappresentanti arabi del Golfo minimizzano la causa palestinese, difendono Israele e descrivono l’ Iran come la più grande minaccia in Medio Oriente.
Il presidente israeliano con il video ha voluto provare l’autenticità della “svolta storica” nei rapporti tra Israele e i Paesi arabi, a scapito dell’Iran e della questione palestinese. 
Nel video si vede il ministro degli esteri del Bahrein Khaled al-Khalifa affermare: “Siamo cresciuti parlando della disputa tra Palestina e Israele come la questione più importante”, riferisce Nena-News.
“Ma poi – aggiunge – in una fase successiva, abbiamo visto una sfida più grande, abbiamo visto uno problema più tossico, in effetti il ​​più tossico nella nostra storia moderna, che proveniva dalla Repubblica Islamica, dall’Iran”.
Il video è stato realizzato con un dispositivo mobile, durante un incontro a porte chiuse nel vertice sul Medio Oriente svoltosi a Varsavia ed è stato messo a disposizione di un gruppo di giornalisti che viaggiava con Netanyahu.
Il Bahrain ha fatto sapere di essere disposto “primo o poi” ad allacciare normali relazioni con lo Stato di Israele senza condizionare questo sviluppo ad una soluzione giusta per le aspirazioni dei palestinesi sotto occupazione militare israeliana. 
Khalifa che nel 2017 ha incontrato segretamente l’ex ministro degli esteri israeliano Tzipi Livni, nel video attacca il “regime neofascista” in Iran, accusandolo di pianificare attentati nel suo paese e destabilizzare lo Yemen, la Siria e l’Iraq.
Netanyahu a inizio settimana aveva dichiarato che avrebbe usato il summit come un’opportunità per rendere pubblica la normalizzazione dei legami tra Israele e gli stati arabi del Golfo. E il video senza dubbio mostra l’essenza dei colloqui avuti dietro le quinte dal primo ministro israeliano. 
Oltre ai commenti fatti dal ministro del Bahrain, ci sono anche quelli dei rappresentanti dell’Arabia Saudita e degli Emirati Arabi Uniti durante una tavola rotonda. 
“Ogni nazione ha il diritto di difendersi quando viene sfidata da un’altra nazione”, ha detto il ministro degli esteri degli Emirati Abdullah bin Zayed al-Nahyan quando gli viene chiesto degli attacchi israeliani in Siria.

Parola chiave

Politica،Arabia Saudita،Bahrein،Emirati Arabi،Iran،Israele،Palestina

Le vostre opinioni:

Verità ONG ha ricevuto i tuoi suggerimenti e li ha analizzati attentamente.

La tua opinione

La tua opinione

Notizie collegate

free website counter